È vero. Battisti firmò un testo pro-Battisti. Un testo nel quale si definiva il terrorista di estrema sinistra quale:

uomo onesto, arguto, profondo, anticonformista, in una parola un intellettuale vero”

Blog – CARMILLA ON LINE

Tuttavia queste parole non sono dello scrittore, ma un estratto dell’appello che proprio il blog CARMILLA ON LINE aveva proposto da firmare ai suoi lettori e sostenitori.Insomma Saviano, scientemente o meno, convinto o con troppa superficialità ha di fatto sottoscritto le parole del blog. Carmilla On Line che si definisce come un blog di letteratura, immaginario e cultura d’opposizione, in questa sua iniziativa ha trovato l’appoggio di molte figure della “cultura di sinistra” italiana. Nell’elenco compaiono ad esempio il vignettista Vauro, il collettivo Wu Ming, e lo scrittore Valerio Evangelisti. Poi anche tanta, tantissima gente comune ma impegnati in attività molto comuni: registi, scrittori, attori, artisti in generale, poeti, professori, musicisti, critici, eccetera eccetera. È possibile visualizzare l’elenco completo cliccando qui.

Tra i firmatari “vip” (o quasi) anche Roberto Saviano. “Quasi” perché la sua firma risale al 2004, ossia due anni prima di Gomorra e della fama che ottenne con il suo libro. Qualche anno più tardi e dunque non di recente, con una lettera indirizzata al blog CARMILLA, ha richiesto che la sua firma fosse rimossa dall’elenco. Motivo? La mia firma è “finita lì per chissà quali strade del web e alla fine di chissà quali discussioni di quel periodo. Qualcuno mi mostra quel testo, lo leggo, vedo la mia firma e mi dico: non so abbastanza di questa vicenda, non mi appartiene questa causa”.

Insomma, non si sa come, non si sa perché ma la firma di Saviano è finita a sua insaputa su Carmilla On-Line che, in seguito alla richiesta dello scrittore ha provveduto a rimuovere la sua adesione. In poche parole, Roberto Saviano non ne sapeva nulla o che comunque la sua adesione non fosse intenzionale.