Lunedì, 23 Ottobre 2017

Può un PALLONCINO essere posseduto da uno spirito? Una notte al museo .....

Le telecamere del Birmingham Museum and Art Gallery, durante la notte hanno ripreso quella che sembra essere un evento paranormale di eccezionale valenza. Un minion del cartoon "Cattivissimo Me", si aggira per le stanze osservando i quadri per poi terminare il suo personale e solitario tour nel negozio dei souvenirs.

 

 

Un palloncino dei Minion, non si capisce bene se Bob o Dave, come in un film ha preso vita nottetempo al Museum and Art Gallery di Birmingham. Nel video che potrete guardare CLICCANDO QUI o subito sotto l'articolo, si vede un palloncino a forma di Minion fluttuare indisturbato tra le opere d'arte come se le stesse osservando.

La direzione tuttavia spiega "il mistero".

 

"Come molti visitatori avranno notato, il palloncino, gonfiato con elio, era rimasto impigliato sul soffitto della -Round Room- del museo, così abbiamo deciso di lasciarlo li ed aspettare che si sgonfiasse e scendesse da solo. Una notte, quando il museo era chiuso, finalmente il Minion ha deciso di venire giù, ma quello che hanno ripreso le telecamere è stato così sorprendente e divertente che abbiamo pensato di mettere il filmato in rete. Sembra quasi che la buffa creautra voglia, di propria iniziativa, farsi un giro nel museo"

 

Quindi si tratterebbe solo di correnti d'aria o il fantasma di qualche persona di cultura ha "posseduto" il palloncino per dare uno sguardo alle bellezze del museo?

La rete è subito apparsa molto divertita dal filmato. 

"È davvero divertente che questo Minion ha aspettato che uscissero tutti i visitatori, prima di bighellonare in giro"

 

"Evidentemente questo Minion ha davvero buon gusto se ha voluto farsi un giro in questo museo. Ha comprato qualcosa nel negozio dei souvenirs?"

 

"Anche questo filmato dovrebbe essere considerato opera d'arte"

 

 

Ti Potrebbero Interessare ...

DI TENDENZA:

psfooter

PareStrano.it raccoglie le notizie più strane ed incredibili da tutto il mondo. Seleziona e racconta i fatti accaduti senza naturalmente investigare sul posto.

Seguici Sui Social