Giovedì, 24 Agosto 2017

Uomo sopravvive a terribile incidente: ho sentito la motosega affondare nella mandibola

Bill Singleton, 68 anni, stava lavorando nel suo piccolo boschetto quando, una distrazione ed una manovra sbagliata con la sua motosega lo hanno portato letteralmente a pochi centimetri di morte. «Tutto quello che ho sentito e sentito è stato il crack della lama quando ha attraversato la mascella inferiore», ha raccontato Bill.

 

 

Il sangue freddo di Bill Singleton gli ha salvato la vita. Con un kit di pronto soccorso che l'uomo teneva in auto è riuscito a tenersi la maschella insieme con uno stretto bendaggio per poi guidare per 40 miglia fino al primo ospedale.  «Ogni tanto dovevo fermarmi perché la vista mi si annebbiava» racconta. Una volta giunto in ospedale, ha diligentemente parcheggiato la sua autovettura per evitare una multa e si è diretto in Pronto Soccorso. «I medici dicono che ho reciso tutti i muscoli sotto il mento, lingua compresa. La lama è penetrata anche nel cranio ma fortunatamente ha mancato tutte le arterie più importanti». Inizialmente i medici pensavano fosse stato colpido da un arma da fuoco, ma quando hanno realizzato la situazione hanno trasportato il signor Singleton con una Eliambulanza al Royal Melbourne Hospital, dove esperti chirurghi gli hanno ricostruito muscoli, tendini e volto. 

«Non credo che Bill sia del tutto consapevole di quanto gravi fossero le sue ferite» ha raccontato il Dottor Al Nastri del Royal Melbourne Hospital. «Probabilmente proprio questa ignoranza è stata la sua salvezza».

A distanza di tre settimane "nonno Bill" è tornato a casa, e sta imparando a parlare di nuovo. Presto tornerà ad essere il tuttofare che è sempre stato.

 

 

psfooter

PareStrano.it raccoglie le notizie più strane ed incredibili da tutto il mondo. Seleziona e racconta i fatti accaduti senza naturalmente investigare sul posto.

Seguici Sui Social