Giovedì, 24 Agosto 2017

Bambina di due anni con tumore incurabile: ibernata.

Matheryn Naovaratpong, una babina tailandese di due anni era affetta da un tumore cerebrale molto raro ed aggressivo che prende il nome di ependiloblastoma. Nonostante l'uso intensivo di radiazioni, di pesanti sedute chemioterapiche e numerosi interventi di neurochirurgia era diventato palese che la bambina non sarebbe vissuta ancora a lungo; le sue aspettative di vita erano scese infatti soltanto a poche settimane.

Considerato tutto questo, i genitori della bambina, due ingegneri hanno optato per l'ibernazione della figlioletta, nella speranza che la medicina potesse in futuro evolversi fino a trovare nuove cure per questa letale forma tumorale infantile del cervello. Quando era ormai tutto pronto per il viaggio verso l'Arizona, dove la ALCOR Life Extension Foundation, ha sede, la piccola Matheryn ha avuto un peggioramento ed i medici sono stati costretti a collegarla alla ventilazione artificiale. La nuova situazione clinica della bambina non permettevano il suo trasporto in Arizona, così si è deciso di effettuare la "crioprotezione" del cervello in Thailandia. Quando la bambina è spirata, una equipe era pronta ad eseguire l'intervento di crioprotezione del cervello che, contrariamente alla norma, non è stato separato dal resto del corpo. L'operazione è riuscita alla perfezione e l'intero corpo della bambina è  stato posto sotto ghiaccio secco e spedito in Arizona. Una volta che il corpo è arrivato nei centri della ALCOR è stato possibile eseguire la separazione del cervello dal corpo della bambina che è diventata la centotrentaquattresima cliente della ALCOR. La più givane persona ad essere stata trattata.

Tags: ,

psfooter

PareStrano.it raccoglie le notizie più strane ed incredibili da tutto il mondo. Seleziona e racconta i fatti accaduti senza naturalmente investigare sul posto.

Seguici Sui Social