Lunedì, 23 Ottobre 2017

Chopper, il Cane Motociclista è finito nei guai: Licenza Ritirata!

CHOPPER è un Boston Terrier di cinque anni che da sempre dedica la sua vita a regalare il sorriso alle persone che soffrono. Chopper se ne va in giro per gli ospedali e per gli ospizi vestito da Biker scorrazzando sulla sua "mini-moto-canina" ed i suoi occhialoni, regalando sorrisi e coccole a molta gente malata.

 

 

 

Lui ed il suo padrone Mark Shaffer girano principalmente nell'area di San Diego, ma la loro popolarità sta crescendo talmente tanto che ricevono richieste anche dalla costa ovest degli U.S.A. ed i due sono ben felici di accorrere. «Chopper siede su quella sella da quando è nato. A lui piace girare sulla sua moto, così come piace incontrare gente. Ovunque andiamo Chopper strappa sorrisi, è ben voluto da tutti» racconta Mark.

Ma l'imprevisto è sempre dietro l'angolo. Pochi giorni dopo essere tornati dal loro tour sulla costa orientale, Mark e Chopper hanno ricevuto una lettera dalla "Pet Partners", un associazione senza scopo di lucro che raggruppa tutti gli "animali da terapia". In questa lettera invitava Mark a non far indossare il costume da motociclista a Chopper, per la salvaguardia e la sdei pazienti e del cane stesso. Così la "Pet Partners", soltanto un paio di giorni dpo aver inviato l'avviso ha deciso di revocare la licenza a Chopper. I motivi li ha spiegati all'Huffington Post il portavoce Glen Miller: «La Pet Partners si attiene allo "statuto dell'Associazione Internazionale Per l'Interazione Uomo-Animale" dove si specifica chiaramente che un animale destinato a terapia non può entrare in contatto con i pazienti mentre indossa un costume. Non importa quello che Chopper indossi nel suo tempo libero, ma quando è in servizio con dei pazienti non può indossare nulla». 

original 1Secca ed immediata la risposta di Mark Shaffer, padrone di Chopper: «Quello di Chopper, tecnicamente non è un costume. Lui è un vero Biker infatti guida anche la sua mini-motocicletta. Tra l'altro è proprio questo suo aspetto buffo a portare allegria a tutti. Quando deve entrare in contatto con i pazienti gli tolgo i suoi occhialoni, quindi nessun pericolo. In più mi sono informato e per portare la Pet-Terapy negli ospedali non bisogna essere registrati necessariamente ad una associazione» 

Attualmente Mark e Chopper continuano a girare gli States portando il sorriso negli ospedali, per ora sono senza una associazione, ma si stanno guardando in giro per sceglierne una, a loro detta, migliore della precedente.

 

 

Ti Potrebbero Interessare ...

DI TENDENZA:

psfooter

PareStrano.it raccoglie le notizie più strane ed incredibili da tutto il mondo. Seleziona e racconta i fatti accaduti senza naturalmente investigare sul posto.

Seguici Sui Social