Domenica, 20 Agosto 2017

Nano, la gatta finita nel corpo sbagliato

 

Nano, almeno stando alle apparenze, è una giovane donna norvegese che sostiene di essere un gatto intrappolato nel corpo di un umano. Da quando a sedici anni si è accorta della sua vera identità, Nano ha adottato gli atteggiamenti di un gatto. Il suo particolarissimo "Coming Out" è avvenuto su YouTube ed il suo video ha avuto subito enorme successo superando in pochissimo tempo le 100mila visualizzazioni.

 

 

 

La ventenne norvegese, racconta di avere un udito ed una vista finissima che addirittura migliora di notte, permettendole di andare a caccia di topolini. «Sono in grado di udire chiavi che tintinnano nelle tasche dei passanti e di avvertire il rumore dei loro passi»

Per sopperire invece alle sue carenze anatomiche, Nano indossa orecchie e coda artificiali. Del gatto adotta anche gli stereotipi più comuni, Nano ha infatti paura dell'acqua e comunica con dei miagolii. Indossa dei guanti a forma di zampine e per lavarsi le inumidisce e poi se le passa sul corpo.

«Avevo sedici anni», racconta la gattina, «quando i medici hanno trovato quello che non andava in me. Si tratta di un difetto genetico che mi porto dalla nascita» e se le chiedete se crede di essere nata nel corpo sbagliato lei risponderà di si.

Quando può, Nano preferisce gattonare piuttosto che camminare e se vuole uscire poggia le sue "zampe anteriori" sulla porta o sul vetro della finestra. Se si sente minacciata da un cane vicino, semplicemente soffia come farebbe un gatto. 

«Il mio psicologo non mi crede. Dice che se solo volessi potrei togliermi di dosso questa ossessione. Si sbaglia, non è un ossessione ed io sarò un gatto per tutta la mia vita».

 

 

Tags:

psfooter

PareStrano.it raccoglie le notizie più strane ed incredibili da tutto il mondo. Seleziona e racconta i fatti accaduti senza naturalmente investigare sul posto.

Seguici Sui Social