Giovedì, 23 Novembre 2017

Sogna di essere Bruce Lee ... aggredisce sua moglie.

Daniel Toft, camionista, soffre di sonnambulismo, un disturbo del sonno che porta chi ne è affetto ad attività motorie notturne che di solito sono semplici e rispecchiano le abitudini che ha la persona durante le ore di veglia. Così non è per Daniel che durante i suoi attacchi notturni riesce a fare cose decisamente stravaganti.

 

 

Sono otto anni, ormai, che sua moglie Danielle deve sopportare i continui sproloqui notturni e le passeggiate di suo marito. «Abbiamo notato che il disturbo di Daniel si accentua maggiormente quando è stressato o se la sera prima abbiamo visto un film d'azione in TV» racconta. «Per questo da un po di tempo evitiamo di guardare certi programmi». «Una volta l'ho visto venire verso di me sferrando calci e pugni al vento, credeva di essere Bruce Lee, ed infatti la sera prima avevamo visto un film di arti marziali. Mi ha anche lanciato un bicchiere. Adesso ne ridiamo ma vi assicuro che mentre ero li non era poi così divertente». Il sonniloquio di Daniel è arrivato in un occasione anche a mettere in pericolo il loro matrimonio. «Per due notti di seguito nel sonno ha detto di amare questa donna descrivendo cosa le avrebbe fatto. Mi è preso un colpo, ho creduto seriamente che mi stesse tradendo con qualcun'altra. Ho controllato il suo cellulare ma non c'era traccia di messaggi o conversazioni allarmanti. Il giorno dopo gli ho chiesto spiegazioni e lui mi ha pregato di credergli. Diceva di amare solo me ed i nostri quattro figli. Probabilmente avrà visto in TV qualche film romantico che deve avergli scatenato quella reazione.»

A proposito di figli. Per Danielle, incubo nell'incubo è che ... anche i suoi figli soffrono dello stesso disturbo del padre. Per questo, spiega, hanno blindato la casa, in maniera tale che nessuno potesse uscirne durante la notte. Prima di questo rimedio, infatti, Daniel per ben due volte è fuggito di casa nottetempo. In una prima escursione è stato trovato la mattina, dormire sull'uscio della porta di una macelleria, mentre una seconda volta correva per strada urlando di avere il corpo interamente ricoperto dai ragni.

Quindi, in casa Toft, severamente banditi film di azione e videogames violenti. La situazione sta migliorando da quando Daniel ed i suoi figli hanno cominciato delle sedute presso una clinica del sonno, ma se anche Danielle può dormire più rilassata non è comunque soddisfatta del tutto: «Quando mio marito deve recarsi in clinica per una settimana, non percepisce lo stipendio, e Dio solo sa, di quanti soldi abbiamo bisogno, soprattutto con quattro bambini»

 

DI TENDENZA:

psfooter

PareStrano.it raccoglie le notizie più strane ed incredibili da tutto il mondo. Seleziona e racconta i fatti accaduti senza naturalmente investigare sul posto.

Seguici Sui Social