Domenica, 20 Agosto 2017

Sulla punta della lingua

Più o meno è capitato a tutti di dire la fatidica frase "Ce l'ho sulla punta della lingua" mentre cerchiamo di ricordare il nome di qualcuno o di qualcosa. Stiamo in quei casi sperimentando un fenomeno che viene definito "TOT" dall'inglese "Tip of Tongue" , letteralmente "Punta della Lingua", in italiano.

 

 

Al verificarsi di un fenomeno di TOT, (definito anche con il termine francese "presque vu") un soggetto è incapace di ricordare una parola, avendo però, la costante sensazione che questa sia in procinto di tornare in mente. Durante questa esperienza, il soggetto sperimenta un lieve stato di angoscia. Spesso si ricordano alcune sillabe della "parola sfuggente", la sua iniziale o addirittura alcuni sinonimi della stessa. Quando la parola è infine trovata l'angoscia si trasforma in sollievo.

Quali sono le cause che ci portano ad avere una parola "sulla punta della lingua"? 

Le ipotesi su come questo fenomeno possa verificarsi sono generalmente legate ad un accesso diretto della memoria.

Secondo la PRIMA dele ipotesi di accesso diretto, definita "Incomplete-activation hypothesis" (ipotesi dell'attivazione incompleta)la parola che cerchiamo con tanto affanno non aveva "forza sufficiente" a fissarsi nella nostra mente, ma aveva abbastanza forza da far scattare nella nostra mente l'impulso di cercare quel ricordo. Un po' come accade quando la batteria di un'automobile fa girare il motorino di avviamento ma non è abbastanza carica da riuscire ad accendere il motore. In questo caso, degli spunti possono aiutare a recuperare la frase.

La SECONDA delle ipotesi di accesso diretto è definita "Blocking hypothesis": Ipotesi del blocco. Secondo questa teoria, la ricerca della parola giusta, sarebbe ostacolata da una miriade di parole coerenti con l'argomento delle quali abbiamo ricordi più forti che tuttavia sappiamo non essere quella giusta.  

Terza ed ultima ipotesi per quanto riguarda il gruppo dell'accesso diretto alla memoria è quella di un deficit nella memorizzazione di una parola o di un nome.

In questo caso, la fonetica di una parola, sarebbe memorizzata separatamente rispetto al suo significato. Quindi, anche se avessimo chiaro in testa il concetto di "Banana", ad esempio, il nostro cervello non saprebbe a quale parola collegarla facendo scattare la sensazione di "Punta della Lingua". Le cause di questo mancato collegamento tra concetto e fonetica sarebbero da imputare all'età o ad un uso non frequente della parola.

Gli episodi di TOT possono essere favoriti dal uso di farmaci quali il lorazepam (un ansiolitico appartenente alla classe delle benzodiazepine), Alimenti quali la caffeina, l'età avanzata o addirittura gli stati emozionali.

Alcune patologie, poi, predispongono l'insorgenza di TOT: Alzhaimer e dislessia in primis.

 

psfooter

PareStrano.it raccoglie le notizie più strane ed incredibili da tutto il mondo. Seleziona e racconta i fatti accaduti senza naturalmente investigare sul posto.

Seguici Sui Social