Social Networks

La Dittatura è Ufficialmente Iniziata – Lo Stato Applica il TSO a Chi Dissente!

Questo è il titolo di un video virale su YouTube ma che si sta facendo notare anche sugli altri Social Networks.

Ed ecco un nuovo video che la Grande Famiglia dei social networks ci ha fatto conoscere. Per motivi di privacy, non pubblicheremo il video o altri dati sensibili, anche se sono stati ampiamente diffusi da altri siti internet.

Leggendo il titolo del post/video e la didascalia apposta nell’immagine di preview che a lettere cubitali dice: “LA DITTATURA È INIZIATA”, la prima cosa che viene in mente è una qualche forma di contestazione nei confronti del governo, sedata come solo i due “baffi” più spietati della storia sapevano fare.

Il video arriva dalla Sicilia, precisamente da un Comune in provincia di Agrigento. Il video, almeno nel montaggio che è capitato sotto i nostri occhi è diviso in tre parti. Nella prima il soggetto è ripreso da una seconda autovettura di passaggio. La seconda parte invece sembra girato dallo stesso ragazzo che “dissente”. Ma su cosa dissente?

La pandemia non esiste

Subito dopo aver cliccato su Play, (ignorando la pubblicità di un sito di “informazione alternativa” che compare per qualche istante – e che poi posta il video in questione su YouTube), si vede un ragazzo che a bordo della sua automobile, con il finestrino aperto urla quelle che sono le sue idee sulla pandemia di Covid-19 che ha investito il pianeta.

«Quelli che sono a capo vorrebbero mettercela in quel posto a tutti. Non ce n’è pandemia, gente!» urla il ragazzo. «Svegliatevi e levatevi quelle mascherine. Andatevene a Roma a dire quello che pensate davvero. Quelli che pensano si tengono i loro pensieri per loro. Svegliatevi!»

Poi un’automobilista strombazza per farlo ripartire e lui va via. Intanto, l’autore della ripresa commenta quanto appena ha visto: «Matto totale!» dice. Poi la prima parte del video si interrompe.

Nella seconda parte è il protagonista stesso che si riprende in un video dove parla agli ascoltatori.

«Sto facendo questo video … scusate se mi presento come un baggiaru (uno che non è proprio in ordine), ma mi hanno circondato. I carabinieri, la municipale … soltanto perché ho preso un megafono e ho iniziato a fare quello che dovremmo fare tutti gli italiani e tutti gli individui del mondo.E niente. Questo gli da fastidio e allora mi hanno circondato. Guardate dove sono …»

Il ragazzo sposta l’inquadratura davanti a se, a mostrare in maniera molto fugace una voltante dei carabinieri prima, poi qualcosa che non si vede dietro e presumibilmente anche un agente dal lato finestrino conducente.

«guardate, guardate dietro … sono chiuso. Sono chiuso solo perché dico alla mia popolazione, cerco di svegliarla. Cerco di dirgli la verità. Gli ho detto “ragazzi non c’è nessuna pandemia. Svegliatevi! Togliete le mascherine, cominciate ad aprire i negozi, ad entrare nei locali e a unirvi nella consapevolezza vera. Che qualcuno si svegli! E faccia risvegliare gli altri! E invece no. Questo da fastidio» E qui una nuova panoramica degli agenti intorno alla sua automobile, «a questi individui» dice il ragazzo mentre riprende gli agenti in mascherina.

«Guardateli! Guardateli. Sono delle persone che praticamente non hanno capito un cazzo del mondo, e allora praticamente sono quei miei fratelli che si stanno facendo usare dal sistema per andarmi contro. È paradossale, loro sono proprio gente bassa che non ci arriva alle cose. Ora pubblico ‘sto video».

Disposto il TSO

E qui arriva la terza parte del video. Una ripresa da un balcone vede tre persone vestite di bianco (infermieri?) e tre Carabinieri. L’uomo viene atterrato ed un infermiere si avvicina subito al ragazzo bloccato. «Lo stanno sedando! Lo stanno sedando!» esclama l’autrice della ripresa e il video quindi termina così come era incominciato: con la pubblicità del sito di informazione alternativa. Ma è vero che per questo ragazzo è stato disposto un TSO (Trattamento Santitario Obbligatorio) ?

Si. È vero. Ma con un comunicato stampa datato 8 maggio 2020, il Comune di Ravanusa tiene a chiarire che non si tratta di un’azione intrapresa “per comportamenti d’opinione” e che ogni voce “che circola in questi giorni sulla stampa e sui social è priva di ogni fondamento e rischia di alimentare strumentalizzazioni artatamente catalizzate, per innescare atti di sciacallaggio politico o per difendere legittime libertà che nessuno ha mai cercato di contrastare né tanto meno di sopprimere.”

La decisione del TSO sarebbe stata presa, sempre stando al comunicato stampa del Comune, dal medico curante del protagonista della vicenda.

Qui potete trovare il comunicato integrale:

Stando alle ultime notizie, il ragazzo è tornato a casa.

È vero che la pandemia non esiste?

Inutile cercare di convincere chi non ci crede che il Sars-CoV-2 è reale. Era l’11 marzo 2020 quando l’OMS ha dichiarato la pandemia globale. Da quel giorno sono purtroppo tante le vittime del virus. In questo prospetto ci sono le statistiche in tempo reale:

Statistiche Mondiali

45,900,602
Casi Totali
1,193,763
Decessi
33,249,808

Informazioni più dettagliate le trovate in questa pagina

Potrebbe Interessarti ...

Back to top button