E dopo aver raccontato della guerra più lunga della storia che durò ben 335 anni, vi raccontiamo oggi della guerra più breve della storia. La vicenda si svolse a Zanzibar (qui abbiamo rischiato la genesi di Freddie Mercury!) nel lontano 1896.

La guerra Anglo-Zanzibariana, durò circa 40 minuti, è considerata il più breve conflitto della storia mai registrato. In realtà ci sono più versioni da più fonti circa la durata della guerra che rimane comunque decisamente breve. Si parla di 38, 40 o 45 minuti, anche se spesso si cita la durata di 38 minuti. La variazione è dovuta all’interpretazione degli avvenimenti che costituiscono l’inizio e la fine della guerra. Il motivo della discrepanza è presto detto. Alcuni attribuiscono l’inizio della guerra allo scadere di un ultimatum che venne fissato alle 09:00, altri, invece, con l’inizio del bombardamento alle 09.02. La fine del conflitto viene fissata alle 09:40 quando furono sparati gli ultimi colpi, ma secondo alcune fonti il “cessate il fuoco” avvenne alle 09:45.

Dopo la morte del sultano filo-britannico Ḥamad bin Thuwayni il 25 agosto 1896 salì al trono del sultano Khālid bin Barghash. Le autorità britanniche avrebbero preferito Ḥamūd bin Muḥammed, poiché era favorevole ai loro interessi. Secondo un trattato firmato nel 1886 dalle autorità di Zanzibar e dell’Inghilterra, una condizione per ambire al trono del sultanato era che il candidato ottenesse il permesso del console britannico. Khālid non aveva soddisfatto questo requisito scatenando la guerra.