Copiando ed incollando pari pari la definizione di METAFONIA dal sito specializzato fantasmi.net, scopriamo che essa è

La captazione, mediante l’uso di strumenti tecnici, di parole e frasi di senso compiuto, non provenienti dall’ambiente circostante, né da altre fonti terrene, per cui si suppone che provengano dal mondo ultraterreno.

Fantasmi.net

Affascinante, se non fosse che qualche riga dopo, la definizione venga già disattesa in quanto:

Gli strumenti usati possono essere il registratore, la  radio ed anche il computer. La radio si può utilizzare sintonizzandosi ( in SW ) su emittenti straniere e registrando le frasi su un nastro, o sul computer, per poi riascoltarle : se la sperimentazione riesce, si possono udire, al riascolto, parole e frasi  in lingua italiana, coerenti con le domande poste e comunque significative. Qualche volta  le risposte provengono direttamente dalla radio, ma di solito si ottengono al riascolto dei frammenti di trasmissioni registrate su un nastro o sul computer.

Sappiate dunque che una STAZIONE RADIO non è una fonte terrena

Non solo quindi FANTASMI.NET si smentisce subito, tirando in ballo una fonte più che terrena (stazione radio) ma ne menziona una molto particolare. Straniera e in ONDE CORTE (SW). Le “Onde Corte” sono quelle che vanno dai 3 MHz ai 30 MHz. Queste sono frequenze molto popolate dai radioamatori di tutto il mondo ed è quindi facilissimo captare voci e rumori. Ascoltare queste frequenze, quindi, non implica necessariamente ascoltare stazioni radio (in accezione molto ampia) straniere. Stazioni radio in HF (SW) le possiamo trovare ovunque, basta dare un’occhiata sui tetti delle nostre città per scovare centinaia di antenne in grado di trasmettere sulle frequenze SW (HF).

Una tra le più comuni antenne HF

Un altro modo per rendersi conto di quante “Radiostazioni SW” ci sono in giro nelle nostre vicinanze, è quello di far caso a quelle lunghe antenne delle quali in pratica tutti i camion sono equipaggiati. Si. i famosi CB, conosciuti anche come “Baracchino”, sono tutte stazioni radio sw.

Le trasmissioni in HF, permettono con una potenza relativamente bassa di coprire grandi distanze, ecco perché non è raro ascoltare lingue straniere, soprattutto quando particolari condizioni della ionosfera lo permettono (i radioamatori la chiamano “propagazione”). Questo vuol dire anche che su una stessa frequenza si possano ricevere simultaneamente più trasmissioni, e quindi ascolteremmo le voci, le trasmissioni, con tutte le distorsioni del caso. Altro fattore da tenere in considerazione è che, essendo le HF proprio per le sue peculiarità utilizzate dagli appassionati per fare collegamenti a lunga distanza anche il nostro vicino di casa parlerà, con tutta probabilità una lingua straniera.

Un vecchio ma economico “Baracchino” alla portata di tutti

Come se questo non bastasse, ecco che ci si mettono di mezzo anche i pirati dell’etere. Per trasmettere a potenze più elevate c’è bisogno di una vera e propria patente rilasciata dal ministero delle telecomunicazioni dopo aver sostenuto un esame. Tuttavia chiunque può trasmettere in una ben determinata “fetta” di frequenze HF detta “ventisette megahertz”. La Banda Cittadina, o CB, in sostanza. Chiunque previa semplice dichiarazione e pagamento di una tassa annuale di 12€ ad apparato radio può acquistare e trasmettere con apparati OMOLOGATI. La potenza massima di trasmissione deve essere di 5W, che con antenne adeguate è più che sufficiente a parlare con l’Europa. Purtroppo, alcuni contravvengono a questi limiti e in maniera illegale, sperando di raggiungere corrispondenti più lontani, aumentano la potenza di trasmissione così tanto da letteralmente entrare in televisori, citofoni, radio e tutto ciò che abbia un altoparlante, anche se non sintonizzati sulla loro frequenza di trasmissione. Naturalmente la trasmissione deve essere o molto, molto potente, o molto vicina a noi.

Una moderna (E COSTOSA) radio trasmittente HF

Ultima, ma non meno importante … un radioamatore non trasmette a tutte le ore del giorno, come farebbe una radio commerciale. Contando anche vari fusi, non è scontato quindi ricevere segnali solo in alcuni orari, magari mentre noi dormiamo e abbiamo lasciato acceso il registratore.

Ecco quindi una prima spiegazione della fonte di misteriose voci che possono incidersi sui nastri delle nostre radio ad onde corte.

Questa spiegazione però, non basta perché “Fantasmi.it” ci racconta che ascoltando questi nastri, magari anche al contrario, saremmo in grado di riconoscere voci, parole, frasi e risposte alle “nostre domande”. Ascoltando qualche registrazione al contrario, sembrerebbe proprio si dicano parole o frasi di senso compiuto. Escludendo banali messaggi inseriti (per qualsiasi ragione) ad hoc in canzoni , il tutto si può ricondurre ad una sorta di pareidolia acustica. Un tipico esempio di questa pareidolia acustica lo si può trovare in uno di quei “tormentoni social” che fino a pochi mesi fa invadevano le nostre bacheche facebook: le canzoni travisate (clicca qui per un esempio). Nelle “canzoni travisate” vengono proposte canzoni per lo più straniere ma con sottotitoli in italiano. Ascoltandole con in mente quelle parole dei sottotitoli sembra proprio che dicano quanto scritto … e invece (naturalmente) no.

“Ooh, ah, guess you never meant it”

Stesso concetto vale per i cosiddetti “rumori bianchi” (quelli per intenderci di una radio non sintonizzata) e per quelli che praticano la metafonia registrano il rumore di una penna che sfrega su un foglio. Continuando a leggere l’articolo sulla metafonia presente su “fantasmi.net” incontriamo poi i soliti avvertimenti che hanno sempre il loro buon effetto sulle persone più impressionabili che poi si approcceranno all’ascolto già condizionati. Ecco qualche esempio:

Si raccomanda di pregare intensamente, prima di aprire il contatto con l’aldilà, perché gli ambienti dell’altra dimensione sono popolati da spiriti buoni, ma anche da spiriti cattivi, che possono intervenire, provocando gravi problemi, se non c’è la protezione di Spiriti Superiori inviati da Dio.

Fantasmi.net

Cogliamo l’occasione per avvisare i visitatori che la metafonia, anche  se è sottoposta, in qualche misura, al rischio di interferenze indesiderate, se non si prega prima di aprire il contatto e se si perseguono scopi terreni, è il metodo di comunicazione con l’aldilà meno pericoloso, mentre pericolosissimi sono, invece, altri mezzi, come le sedute spiritiche  (effettuate,  di solito, con la tavola oui/ja ) perché attraggono gli spiriti rimasti legati all’ambiente terreno, che sono molto bravi a muovere gli oggetti, ma che poi infestano   gli ambienti, recando danni più o meno gravi alle persone.

Fantasmi.net

In questo avviso si parla di OuiJa … che abbiamo già trattato qui. Clicca per saperne di più!