Oh se lo dice la scienza dev’essere vero! Dovrebbe essere nostra abitudine ringraziarla per quanto e quando ci concede della sua conoScienza. In questo caso il sito FeedItalia.com, che evidentemente ha seri agganci con la succitata, ci informa che secondo la American Psychiatric Association letteralmente “Chi si fa i selfie ha disturbi mentali”. Bene, bene. Sono curioso di sapere perché io sarei invece sani ssimo.

Prima di tutto, lasciate che io inserisca la foto dell’articolo. Opterei per un gattino che attira sempre l’attenzione della gente. L’unica cosa vera di questo asserto è che in effetti la American Psychiatric Association si è davvero occupata del fenomeno selfie, ma soltanto per smentire questa voce che gira ormai da anni. L’apertura dell’articolo non lascia spazio ad interpretazioni: Chi si fa selfie non è affetto da nessun disturbo mentale. Tuttavia, diffusione virale di questa Fake News ha indotto la britannica Trent University e la Thiagarajar School of Management in India a condurre davvero un esperimento sul fenomeno. Lo studio ha rilevato sei fattori che sono alla base di ogni “Selfista“:

  • La voglia di conservare meglio i propri ricordi
  • Spiccata Competizione Sociale
  • Necessità di migliorare il proprio umore
  • Ricerca di attenzioni
  • Necessità di migliorare l’autostima
  • Conformazione Sociale

Secondo le due università, sebbene si tratti di uno studio ancora a livelli embrionali è un inizio promettente per comprendere meglio le interazioni che la gente ha con i dispositivi mobili.