«Da quando c’è Thomas nessuno vuol più giocare con me» pensò tristemente Rufus