L’olfatto di un cane è da 10.000 a 100.000 volte migliore di quello umano grazie alla sua grande membrana olfattiva, una massa di tessuto infilata nel muso che può essere grande come un fazzoletto e contenere più di 225 milioni di recettori olfattivi. Quella di un uomo, in confronto è pessima avendo le dimensioni di un francobollo che ospita solo 5 milioni di recettori olfattivi. Gran parte della comunicazione cane-cane avviene quindi con gli odori e l’olfatto.

Quando un cane ne saluta un altro annusandogli il sedere, sta fondamentalmente ottenendo una breve biografia del suo nuovo amico, scritta in molecole di profumo e feromoni. Ai lati del sedere di un cane ci sono dei sacchetti chiamati sacche anali. Queste sacche contengono ghiandole che secernono sostanze chimiche che possono fornire ad un annusatore molte informazioni sul loro proprietario, come il sesso, lo stato riproduttivo e gli indizi sulla sua salute, sulla dieta e persino sullo stato emotivo. Può sembrare un modo strano per farlo, ma annusarsi il culo è solo la versione canina di stringersi la mano e presentarsi.