Storia

Bella Ciao: Il canto della resistenza. Curiosità ed aneddoti

Non si sa di preciso quali siano le origini di questa iconica canzone. La storia si mischia con la leggenda. Leggenda come quella che narra di Mishka Tziganoff, un musicista zigano originario di Odessa, che all’inizio del 900 si trasferì a New York aprendo un ristorante.

Carbone!

Nonostante fosse cristiano, conosceva bene sia la lingua yiddish che il klezmer ossia la musica popolare degli ebrei dell’Europa orientale e così nel 1919 incise una canzone klezmer: “Koilen” (“Carbone”). Sorprende ma le prime battute di “Carbone” sono le stesse di quella canzone che oggi cantiamo come inno di Resistenza.

Come si può notare, questa canzone Koilen, è molto rassomigliante a “Bella Ciao” … o forse sarebbe meglio dire che “Bella Ciao” somiglia molto a “Koilen”!

Un “successo postumo”

Bella ciao nasce probabilmente durante la seconda guerra mondiale in una zona circoscritta in Emilia, fra l’Appennino Bolognese e l’Appennino Modenese. Canto dei partigiani che però a quanto pare, ebbe maggior diffusione nel dopo guerra.Nel 1947, ci fu un raduno a Praga dove i partigiani emiliani erano stati invitati. Questi scelsero questo brano per rappresentare il proprio gruppo ad una manifestazione intitolata: “Canzoni Mondiali per la Gioventù e per la Pace”. La canzone ebbe così tanto successo che fu tradotta in seguito in tutte le lingue.

Tutti cantano Bella Ciao

Nel 2013, durante le manifestazioni turche contro il premier turco Erdoğan di Piazza Taksim a Istanbul, ma in tante altre città turche, Bella ciao è stata intonata dai contestatori. Anche il movimento “Occupy Wall Street“ ha scelto di cantare questo inno di pace. Perfino il candidato premier Hollande alla fine del suo ultimo discorso durante la campagna elettorale, intonò il canto.

È un canto antifascista!

Tutti sanno che “Bella Ciao” è un canto contro l’invasore. Si tratta un canto profondamente antifascista. Ci sono voci che attribuiscono a Enzo Biagi un lavoro diretto su melodia o testo della canzone.

Tags
Back to top button
Close