Le Domande di PareStranoTecnologia

Il pennarello per rimuovere i graffi dall’auto, funziona?

Visto in TV. Il pennarello miracoloso per togliere i graffi dalla carrozzeria funziona? E gli altri metodi che si raccontano?

Il pennarello che rimuove i graffi dalla carrozzeria funziona veramente? Si tratta di una truffa? Queste domande potrebbero essere considerate alla pari di quelle esistenziali del calibro di “Chi siamo? Da dove veniamo?” Questi prodotti sono in vendita e ben noti (grazie alle TV private degli anni ’90) ben prima dell’avvento di Internet. E se prima le nostre fonti affidabili erano del calibro de “il cugino grande che viene dalla città del mio migliore amico“, adesso abbiamo il fantastico Internet. E a volersi fidare di una ricerca superficiale verremmo a sapere che si, questo pennarello magico funziona. Ma ce ne sono alcuni che funzionano meglio. Quali? Quelli prodotti che più hanno pagato il blogger di turno o quelli forniti dal sito web che abbiamo visitato. Bisognerebbe quindi affidarsi a blogger del tutto indipendenti, meglio ancora se amatoriali. Oltre questi molto indicativi sono i buoni vecchi forum dove è possibile leggere scambi di opinione di persone che hanno sperimentato magari anche più di un prodotto.

Ma se i pennarelli rimuovi graffi sono prodotti ben specifici, fabbricati allo scopo, si trovano su internet anche altri metodi alternativi da utilizzare per riparare le nostre carrozzerie. Si tratta di prodotti che non sono nati con l’idea di essere utilizzati per rimuovere gli antiestetici graffi sulla carrozzeria. Si parla di dentifricio e del prodotto lubrificante ed idrorepellente conosciuto come WD-40.

RIMUOVERE I GRAFFI CONIL DENTIFRICIO

Poco importa se il dentifricio che userete è consigliato dai medici dentisti italiani, l’unica cosa che otterrete utilizzando il dentifricio sulla carrozzeria delle vostra auto è rimuovere l’eventuale vernice dell’auto che ci ha urtati. O anche da un palo verniciato, si intende.

Ad ogni modo, è molto probabile che rimanga comunque un residuo di “vernice ospite” sul parafango della tua auto. Quindi, se la tua auto ha già qualche anno e a te non importa poi molto, puoi affidarti alla pasta dentifricia … altrimenti sarebbe cosa buona e giusta rivolgersi al proprio carrozziere di fiducia.

Va bene anche una “sottomarca”

RIMUOVERE I GRAFFI CONIL WD-40 … ed il FUOCO!

Oh sia chiaro. Si scrive, si legge MA NON SI FA.

Questo metodo afferma che è possibile utilizzare una bomboletta di WD-40 per nascondere e rimuovere i graffi sulla vernice dell’auto spruzzando il prodotto sull’area interessata. Successivamente bisogna agire con una piccola fiamma così da creare uno strato trasparente e lucido sull’area danneggiata.

Questo metodo è una bufala assoluta. La parola chiave “nascondere“. Invece di ripararli, i graffi vengono solo nascosti dall’olio contenuto nel prodotto. L’olio è lucido e tende così a nascondere il graffio. Tuttavia dopo che l’olio sarà completamente asciutto o lavato via, i vecchi graffi torneranno a farsi vedere.

Applicare una fiamma sulla tua auto per riparare la carrozzeria, non è solo pericoloso ma anche dannoso. Il calore elevato di una fiamma è in realtà dannosa per il rivestimento della vernice, e questa parte del metodo in realtà non ha alcun beneficio o effetto positivo.

RIMUOVERE I GRAFFI CONIL PENNARELLO RIMUOVI GRAFFI

Ed eccoci finalmente arrivati al pennarello magico. Quel pennarello che in TV basta passarlo (neanche troppo) lentamente su un graffio della carrozzeria per vederlo sparire sotto i nostri occhi.

È del tutto comprensibile riporre le proprie speranze (e le proprie aspettative) in un metodo semplice e rapido per riparare gli antiestetici graffi dalla propria automobile. Non sarebbe bello riparare la carrozzeria tracciando semplicemente una linea con un pennarello lungo il graffio? Oh si che lo sarebbe! Ma si scopre che i risultati, non sono sempre come quelli che la TV promette.

Indagando in rete, abbiamo trovato dei volontari che hanno testato questi prodotti sulle loro automobili.

Come è andato il test?

Per prima cosa, si è scoperto che queste penne magiche possono essere applicate solo su graffi molto, molto, moltomoltomoltomolto, molto superficiali.

Questi pennarelli sono commercializzati (a prezzi accessibili) con la promessa che chiunque può ottenere risultati professionali risparmiando sul conto di un carrozziere che sa il fatto suo.

La confezione sostiene che il prodotto funziona su qualsiasi colore. Non ci sono versioni specifiche per i millemila colori che oggigiorno abbiamo a disposizione quando acquistiamo un’automobile. All’interno del pennarello si cela in realtà uno strato trasparente permanente simile allo strato esterno protettivo utilizzato sulle nuove auto della fabbrica. Quello che confezione non dice è che queste penne funzionano solo e soltanto per graffi superficiali nella vernice trasparente. Se il danno è più profondo e coinvolge la vernice sottostante, sei fregato!

Come se non bastasse, gli impavidi tester hanno anche scoperto che le penne possono essere difficili da usare. Non è facile ottenere un tratto sottile e uniforme necessario solo per riempire il graffio senza sbavare fuori. Le punte degli applicatori sono più larghe di un normale graffio, ed è quindi molto difficile evitare di applicare troppo riempitivo senza lasciare un residuo visibile che risulta addirittura più evidente del danno che si sta cercando di riparare. Liberarsi di quel residuo potrebbe richiedere addirittura un lavoro levigatura e lucidatura, se non addirittura un po’ di vernice per qualche ritocco.

Insomma, questi prodotti non sono di alcun aiuto su nessun graffio che sia abbastanza profondo da sentirsi con un’unghia, tantomeno se questo graffio mette in mostra il metallo nudo della carrozzeria.

Potrebbe Interessarti ...

Back to top button