Cronache dal Mondo

«Pronto? Sono Greta Thunberg». Il Principe Harry vittima di uno scherzo

Il Duca del Sussex ha fornito ai due "impostori" russi la sua e-mail e il suo numero di telefono personale

Tutto è iniziato quando Il principe Harry ha risposto a una e-mail inviata da Vladimir Kuznetsov e Alexey Stolyarov, e nessuno consiglieri del Principe ha verificato la mail fosse genuina.

Durante due chiamate, effettuate a Capodanno e il 22 gennaio, Harry avrebbe creduto di parlare con l’attivista svedese per i cambiamenti climatici Greta Thunberg e suo padre.

Nelle telefonate il principe ha parlato della decisione di ritirarsi dalla vita reale, ha criticato il presidente degli Stati Uniti Donald Trump accusandolo di avere “le mani sporche di sangue” per le sue idee sul cambiamento climatico ed ha criticato alcuni media accusandoli di voler “affondare” lui e Meghan.

A quanto pare Harry è stato così ingenuo da non capire che si trattasse di uno scherzo neanche quando ha accettato di offrire il suo aiuto per trasferire dei pinguini del Polo Sud al Polo Nord. I due russi, noti come Vovan e Lexus, gli hanno anche fatto credere che compagnie minerarie vicino a Trump stessero sfruttando l’isola immaginaria di Chunga-Changa.

“Chiama o incontra Greta Thunberg”. Questo è l’oggetto della mail inviata e-mail a Harry e Meghan all’inizio di dicembre. Harry ha quindi usato il suo indirizzo e-mail personale per rispondere il 29 dicembre, quando la coppia era nella loro villa in affitto sull’isola di Vancouver.

In seguito, Harry avrebbe anche telefonato ai due burloni senza nascondere il numero del suo cellulare.

Stolyarov, uno dei due russi ha dichiarato: “Il suo staff deve avergli inoltrato l’e-mail. Probabilmente le e-mail sono rimbalzate attraverso molte persone prima di arrivare al principe. Siamo rimasti scioccati quando abbiamo ricevuto la sua e-mail. Nessuno ha mai controllato per vedere chi eravamo veramente.”

L’ex segretario stampa della Regina, Dickie Arbiter, ha detto che finché Harry e Meghan sono laggiù, sono fuori dalla protezione del sistema.

Tags
Back to top button
Close